Ho avuto la soddisfazione di vedere pubblicati due sevizi fotografici da me realizzati su SENSIMAGAZINE. Grazie all’amico Stefano Carugno, abile A.D. e Personal Trainer dalle conoscenze infinite ed alla consapevole collaborazione di due grandi personaggi quali Loris Stecca e Anna Maria Giordano è nata, quasi per gioco, una coinvolgente esperienza.  Loris Stecca lo conosciamo tutti. Conosciamo la sua grande passione per la boxe e le sue grandi battaglie. Ciò che conosciamo meno e che vorrei testimoniare è la sua caparbietà di combattenteIo non lo conoscevo affatto e quella mattina, quando ci incontrammo, vivevo dentro un leggero stato d’ansia. Chissà cosa mi aspetta, pensavo.

Lo vedo arrivare in lontananza e ne studio l’andatura perchè, già da quella, cerco di capire se mi trovo davanti uno “spaccamaroni” gasato, egocentrico e un pò snob o una persona tranquilla. Gli porgo la mano con il rispetto che merita un personaggio che ho sempre stimato e lui me la stringe come fanno le persone “vere“. Buon segno. Saliti in macchina, non prima di aver combattuto un piccolo match a colpi di cortesia su chi dovesse occupare il posto accanto al guidatore, partiamo per Coriano alla volta della Palestra “Sport Village”.

 Durante il tragitto esplode tutta l’energia di questo uomo. Senza “paletti” parla di se, principalmente con me ed Eva che conosce meno più che con Stefano con il quale è molto amico, di quanto debba ancora oggi combattere nonostante non salga più sul ring.

Strana la vita quando lascia quel senso di amarezza.

Arrivati in palestra si cambia ed inizia il riscaldamento sotto le “grinfie” di Stefano. Stefano non va per il sottile e lo massacra con carichi disumani e Loris soffre ma non si lamenta. Anzi sono io che mi lamento perchè lo vedo soffrire, ma Stefano mi rassicura. Boh..!!

Tiro gli scatti a velocità della luce perchè non posso vederlo compresso sulla panca schiacciato da un ammasso di piastre nere e pistoni pneumatici. Basta..!! Dico a Stefano. Si deve ancora scaldare, gli metto su altri 25 chili, mi risponde.

Loris da par suo accetta la sfida con il sorriso sulle labbra ma non mi sembra molto contento e per rendergliela più complicata Stefano gli irrora il viso con lo spruzzino per simulare il sudore. Ci credo che non suda, usa anche quello per sollevare quei pesi..!!

 

Da queste poche righe già si intuisce lo stampo. Non avrebbe mollato mai. Piuttosto avrebbe ingoiato le rotule distaccatesi dai femori oppure si sarebbe fatto slacciare entrambe le braccia dalle spalle sotto quell’aggeggio che ti stira come Cristo in croce, ma non avrebbe mollato.

 Ma chi me lo fa fare, avrei pensato io.

E’ sabato mattina, sono le 9.30, ieri sera ho fatto tardi, fuori è un freddo del Signore, io in maglietta in questa palestra vuota, questo che mi spruzza l’acqua mentre respingo non so quanti chili, l’altro che mi fa le foto.

Oooh..!! – Ma VOI siete fuori..!!! – Ma lo sapete chi sono io? – Lo sapete cosa ho fatto io? Questo avrei pensato. E mi sono anche dato una risposta.

Un cazzo. Io nella mia vita non ho fatto un cazzo. Avessi dei nipotini non saprei che raccontargli. Forse gli racconterei di Berlusconi. Degli anni ’70 ma non potrei raccontargli nulla per accendere i loro occhi di orgoglio. Eppure mi sarei indispettito, fossi stato in Loris Stecca mi sarei indispettito. Va bene l’amicizia, va bene 4 foto in più nel cassetto ma dopo 10 minuti avrei detto. Ok ragazzi è stato bello, se mi fate vedere qualche scatto poi ci sentiamo.

4 ore siamo stati in palestra tra cambio attrezzi, cambio abiti e scatti.

Io che non sono mai stato e penso non lo sarò mai un campione in qualcosa avrei strippato dopo 10 minuti. Invece Loris, protagonista riminese alla pari di Fellini, Campione del Mondo dei Supergallo WBA, conosciutissimo in Italia e nel Mondo e talento televisivo perchè ve lo assicuro questo in televisione spacca, non ha fatto una piega. E’ uscito dallo spogliatoio dopo una doccia con il sorriso.

Si è anche divertito mi ha confessato. Boh..!!

Questa è la forza di un personaggio vero, limpido e trasparente come può esserlo il tuo migliore amico. Però non mi piace chiamarlo personaggio perchè ne presuppone una ipotetica interpretazione.

Loris Stecca è una persona che ama lo spettacolo e ne abbiamo le prove, ma sono convinto che se dovesse recitare il suo personaggio sarebbe ridicolo quanto una macchietta. Invece è così, semplice come l’acqua del rubinetto, senza interpretazioni stereotipate endemiche. Questa è la sua forza, quella di un combattente puro e per fortuna sua ed anche nostra la sua recita si limita ad essere se stesso.

 Un doveroso ringraziamento a Stefano Carugno e Loris Stecca.